Salta al contenuto principale
x

Anche nel nostro giardino ci sono insetti nocivi volanti e lumache che rovinano il nostro lavoro o la tranquillità dello stare all'aperto.

Nel caso delle lumache, invece, possiamo aiutarci con metodi naturali, ma anche usare con intelligenza e sicurezza sostanze lumachicida, magari biologiche, riuscendo lo stesso a non contaminare il terreno coltivato.

Ebbene si: le lumache non mangiano solo la verdura che coltiviamo nel nostro orto, ma anche i fiori e le piantine che abbiamo in giardino, nella serra, o nei vasi di fiori. Sono davvero fameliche e molto spesso, in periodi prolungati di giornate piovose, diventano una vera e propria invasione, difficile da contenere con i metodi naturali.

**DA FINIRE/RISCRIVERE**

Sono in molti a non voler usare prodotti chimici per liberarsi delle lumache in giardino: il problema è che spesso non si hanno alternative, quando ce ne sono davvero davvero molte.

Il tuo orto resta bio se usi il lumachicida in maniera sicura e intelligente: senza metterlo a contatto con il terreno.

Coltiviamo noi stessi la verdura, curiamo il nostro orto tutto l'anno, com passione e sacrificio nella speranza non solo di risparmiare, ma soprattutto di mangiare prodotti genuini e sani.

Si tende a usare le trappole per vespe solo quando la frutta matura è sugli alberi: non è sufficiente.
Vespe e calabroni, infatti, sono golosi di fichi, mele, pere e quante altre sostanze zuccherine il nostro frutteto gli offre, ma quello che non sappiamo è che usare le trappole per vespe solo quando sulle piante la frutta è matura, è troppo tardi.

Le regine di velutina vanno in ibernazione a inizio inverno, molte delle quali già feconde, rifugiandosi in cavità protette, come cumuli di legname ad esempio, più facilmente in zone putride o umide, ed è proprio in primavera che escono dall’invernamento e cominciano a vagare fameliche: hanno bisogno di sostanze zuccherine (cercano polline, fiori…) per nutrirsi a dovere dopo mesi di sosta e recuperare le forze per iniziare la ricerca di luoghi adatti a costruire il nido per le future colonie.

 

Con l'arrivo della bella stagione, mosche, zanzare, insetti di vario tipo si presentano copiosi dove teniamo delle bestie come mucche o cavalli.

Eliminare gli insetti dalla scuderia è davvero arduo, ma estremamente necessario dal momento che infastidiscono e pungono in continuazione i nostri cavalli. Spesso si necessita di una disinfestazione dell'intera stalla, o comunque di spruzzare un antiparassitario sul cavallo stesso.

 

**DA FINIRE/RISCRIVERE**

Le mosche sono insetti molto diffusi e presenti in varie specie nel nostro Paese e oltre a creare fastidio, possono trasmettere varie malattie, posandosi sul cibo prima che venga ingerito: gastroenterite, dissenteria, vermi intestinali, salmonella, ecc.

Nei magazzini di stoccaggio alimentare, così come nelle aziende, le mosche possono contaminare la produzione, provocando ingenti danni economici.

 

(Foto: Ulleo @ Pixabay)

COME SI USA TAP TRAP®

L'attrattiva visiva

La forma ed il colore giallo dI Tap Trap® sono stati pensati e scelti per trarre in inganno gli insetti cosi da poterli catturare riproducendo il più possibile la somiglianza ad un frutto maturo. 
Questo permette all'insetto di poter individuare la trappola da metri di distanza, anche nei periodi in cui sulla pianta non c'è ancora il fogliame.

 

Vaso Trap® è una nuova trappola cromotropica per la cattura di insetti nocivi volanti; sempre realizzata nell'ottica del riciclo di contenitori facilmente reperibili. 

Vaso Trap® sfrutta i barattoli in vetro (no Bormioli) della capienza di 1kg utilizzati per invasare il miele.

Sfera Trap™ È un dispositivo cromotropico a colla “attract and kill”, utilizzabile per la cattura di varie specie di insetti volanti: moscerini, zanzare, mosche comuni, mosche dell’ulivo e della frutta, vespe, Vespa crabro (calabrone), Vespa velutina (calabrone asiatico), lepidotteri, ecc.

Sfera Trap non va utilizzata quando le piante sono in fioritura

Iscriviti a Giardino

NOTIZIE DAL BLOG